Salta al contenuto

ENCAUSTO

AFFRESCO – ENCAUSTO – TEMPEREOLIO TECNICHE MISTE

ENCAUSTO

E’ una tecnica di origine greca (έγkαυστον) che significa “bruciato” e consiste nel mescolare i pigmenti insieme a cera fusa, resine e talvolta colla o olio a seconda del pittore e dell’effetto voluto. Si procede, dopo la prima bozza a pennello, a stendere la pittura con dei ferri caldi detti cauteri.

I greci lo utilizzavano soprattutto per proteggere e dipingere le imbarcazioni ma, furono i romani che lo amarono particolarmente per le pitture e lo diffusero la tecnica. Statue, tavole lignee, ritratti, affreschi.…

L’encausto era amato anche per la caratteristica della cera di poter inglobare tutti i colori mantenendoli inalterati, come quelli che non vanno d’accordo con la causticità della calce potendo avere così tinte brillanti come il minio, il cinabro, il verde malachite. Inoltre i tempi di lavorazione sono sono vincolati dall’asciugatura dell’intonaco potendo riprendere la pittura anche il giorno dopo.

Purtroppo con la caduta dell’impero romano e il caos dovuto alle incursioni barbariche, l’encausto cadde in disuso per poi essere completamente dimenticato.

Oggi grazie alle scoperte archeologiche di Pompei e dell’antico Egitto (per esempio i cosiddetti ritratti del Fayoum) abbiamo la testimonianza di questa tecnica, ancora in fase di studio e che continua ad essere avvolta dal mistero. 

– Il costo delle opere in vendita compare cliccando sopra l’immagine dell’opera in questione –
Per ulteriori informazioni o fotografie contattatemi in privato.

PERSEFONE – Bottega di Pittura Antica
Francesca Mazzini
333.5471509
bottega@persefonears.com